Logo_PT
cvsm_parte_03_desktop_36
cvsm_parte_03_mobile_36

8 dicembre 1979

8 dicembre 1979

Brano tratto dal discorso tenuto dal Dott. Celso durante la solennità di donazione della Central Geral do Dízimo alla Santa Casa di Birigui – SP

… e fu pensando e studiando che un giorno ci fermammo e cominciammo a guardare il cielo. Era notte. Vedemmo una stella e poi un’altra e un’altra, fino ai milioni e milioni di stelle che esistono! Allora la mente volò via. All’improvviso non eravamo più sul pianeta Terra. La mente era lassù, a guardare tutta quella grandiosità.

Finché guardammo e vedemmo una sfera piuttosto piccola e molto bella fuori. Azzurra, azzurra fuori, ma nera dentro. Sappiamo che è nera dentro perché è il pianeta Terra. Azzurra fuori, nera dentro. Guardando quella grandiosità dell’universo, percepimmo la nostra grandezza.

Chi sono io di fronte a tutto questo? Chi sei tu? Chi siamo noi? Pazzi, utopici o idealisti? Pazzi per un ideale di un Mondo Ben Migliore.

Dott. Celso Charuri

Dott. Celso Charuri

Ideatore e Fondatore della PRÓ-VIDA

Testi precedenti

27 Gennaio 1980

Quando nell’armonia musicale inserisci un accidente, aumenta molto di più

1980

Un giorno non ci sarà ombra, perché la luce non

27 Gennaio 1980

Quando nell’armonia musicale inserisci un accidente, aumenta molto di più la creatività e il tuo potere in relazione agli insiemi armonici. (…) All’inizio

1980

Un giorno non ci sarà ombra, perché la luce non lo permetterà. Un giorno non ci sarà nessuno con punti di orgoglio, né

error: Conteúdo reservado ao Site da PRÓ-VIDA.

X