Logo_IT
Logo_IT
Logo_IT
Logo_IT

Cyberarcheologia: un nuovo modo di esplorare il passato

Cyberarcheologia: un nuovo modo di esplorare il passato

cyberarqueologia-header

Nel 1870, quando l’archeologo tedesco Heinrich Schliemann trovò la città di Troia, i suoi principali strumenti di lavoro furono cucchiai, coltelli, picconi e alcune tonnellate di dinamite.

Quasi un secolo e mezzo dopo questo ritrovamento, archeologi di tutto il mondo realizzano i loro scavi utilizzando equipaggiamenti molto più moderni: droni, scanner, telecamere ad alta risoluzione e apparecchi che catturano immagini a 360° e in 3D.

Tecnologie che fino a poco tempo fa esistevano solo nei libri di fantascienza, adesso ci aiutano a capire meglio il nostro passato.

Uno dei principali strumenti utilizzati dagli cyberarcheologi  – archeologi che usano la tecnologia per portare a termine il lavoro – è il LIDAR o Light Detection and Ranging  (rilevamento e mappatura attraverso la luce). Questi apparecchi funzionano con impulsi laser e sono abitualmente abbinati ad aerei o droni per sorvolare un luogo determinato e scannerizzare la sua topografia. La precisione è tale che riescono a  distinguere dettagli come la distanza e la forma degli oggetti.

Successivamente, i cyberarcheologi  portano i dati raccolti in laboratorio e montano su realtà virtuale le immagini ottenute. Tutto questo senza aver avuto bisogno di scavare un solo centimetro nel terreno. La rappresentazione virtuale dettagliata facilita l’identificazione di cosa è terra, pietra o materiale archeologico, salvaguardando il terreno e i suoi strati di storia sovrapposti.

All’inizio dell’anno scorso, questa tecnologia ha aiutato una equipe internazionale di scienziati a fare una grande scoperta nella regione di Aguada Fênix, in Messico. Uno scenario di vegetazione fitta e di difficile accesso.

Dopo aver sorvolato la località con un drone equipaggiato con uno scanner LIDAR, le immagini ottenute dall’apparecchiatura hanno rilevato una piattaforma di 1,4 km di lunghezza, costruita con argilla e terra battuta da più di tremila anni. Il maggiore e più antico monumento della civiltà Maya mai trovato fino a quel momento: un altopiano artificiale posizionato accuratamente per consentire l’osservazione del Sole nascente all’inizio dell’estate e dell’inverno e per studiare i movimenti degli astri. Queste sono le ipotesi fatte dagli scienziati che hanno partecipato alla ricerca.

Recentemente, sono state possibili altre scoperte archeologiche grazie a queste tecnologie.

Un gruppo di cyberarcheologi italiani ha tracciato la mappa della città romana di Falerii Novi, fondata da più di duemila anni e completamente sepolta. Senza alcuno scavo e con il solo uso di questi moderni equipaggiamenti, sono stati individuati un tempio, un teatro e una rete sotterranea di canalizzazione.

Un’altra spedizione ha trovato nell’isola scozzese di Arran, quasi mille nuovi siti archeologici. Tra i resti scoperti sul luogo, c’erano insediamenti preistorici e fattorie medievali.

In Cambogia, le immagini catturate da un drone equipaggiato con un LIDAR, hanno svelato una città medievale perduta di circa 1.200 anni.

A Dourado, città brasiliana che si trova a 280 km da San Paolo, degli studenti di ingegneria hanno scoperto un sito archeologico di più di 12.600 anni pieno di iscrizioni rupestri mai registrate prima.

Tutta questa tecnologia ha permesso agli scienziati lo scambio veloce e sicuro di studi e ricerche tra laboratori di tutto il mondo e ha allargato la gamma di ricercatori disposti ad analizzare il terreno e a identificare più punti di interesse. Molti internàuti che portano in sé lo spirito del ricercatore, attraverso la piattaforma GlobalXplorer (www.globalxplorer.org), possono analizzare le immagini raccolte alla ricerca di tesori archeologici ancora sconosciuti.

Negli ultimi anni, l’uomo ha fatto grandi progressi tecnologici. Ma, quanto più egli cammina verso il futuro, maggiore sembra essere la volontà di conoscere il passato, di sapere chi è e da dove viene. Con l’aiuto della tecnologia, i cyberarcheologi cercano di rispondere, almeno in parte, a queste domande. Se ci riusciranno, solo il tempo potrà dirlo.

Collaborazione: André de São Plácido Brandão

Il Nostro Movimento

Il Nostro Movimento

Leggi di più

Articoli Correlati

Il Sapore Alimenta?

Dall’interazione delle sensazioni, nasce il sottile piacere con cui conduciamo le nostre scelte quotidiane

ManifestaMente

L’allenamento mentale affascina, ogni volta di più, persone che scoprono in esso il cammino per la sottilizzazione.

Il Sapore Alimenta?

Dall’interazione delle sensazioni, nasce il sottile piacere con cui conduciamo le nostre scelte quotidiane

ManifestaMente

L’allenamento mentale affascina, ogni volta di più, persone che scoprono in esso il cammino per la sottilizzazione.

error: Conteúdo reservado ao Site da PRÓ-VIDA.

X

SEG    DOM

16-22

AGO    AGO

Online

Semana de Básico

PT

Será transmitido nos idiomas e horários locais:

PORTUGUÊS - COM INTERAÇÃO

Segunda a sexta-feira

20h30 às 23h30*

Sábado

14h30 às 17h30*

Domingo

10h00 às 12h00*

Hora de São Paulo

*Horários de término aproximados.

Inscrições abertas para R.A e participantes de nível Básico que estão retornando.

SEG    DOM

19-25

JUL    JUL

Online

Semana de Básico

PT

Será transmitido nos idiomas e horários locais:

PORTUGUÊS - COM INTERAÇÃO

Segunda a sexta-feira

20h30 às 23h30

Sábado

14h30 às 17h30*

Domingo

10h00 às 12h00*

Hora de São Paulo

*Horários de término aproximados.

As vagas para essa atividade foram preenchidas. Caso queira ser avisado quando uma nova semana for agendada, clique aqui.

Requisitos técnicos necessários

Gostaríamos de informar que, para a participação no Básico on-line, são necessários os seguintes requisitos mínimos:

Computador (Windows/Mac)

Computador com câmera integrada ou conectada por entrada USB.

As atividades não poderão ser assistidas por nenhum outro dispositivo, tais como celulares, smartphones e tablets ou computadores com outros sistemas operacionais.

Especificações e Sistema Operacional

• Processador: Intel Core i3, i5 e i7 – 3100 Series , ou superior.

• Memória RAM: 4GB, ou superior.

• Sistema Operacional:

• Windows 7 com todas as atualizações, ou versão superior (somente 64 bits).

• MacOS 10.15 Catalina, ou versão superior.

Verifique as configurações de seu computador Windows clicando aqui.

Como verificar suas especificações no Mac? Clique aqui.

Fones de ouvido com microfone (headset)

Modelos homologados para uso com nossa plataforma.

Consulte a lista de headsets homologados:

Internet

Banda larga com conexão estável, com no mínimo 10MB de download e 4MB de upload.

Como verificar sua banda de internet? Clique aqui para testa-la.

* Os requisitos técnicos poderão ser atualizados. Acompanhe aqui eventuais alterações.

Fones de ouvido homologados

Marca

Modelo

Tipo

Bose

Quiet Comfort 35 Stereo

USB e Bluetooth

Dell

Pro Stereo Headset UC150

USB

Jabra

BLZ 2400 II

USB

Jabra

Evolve 20 MS

USB

Jabra

Evolve 75

USB e Bluetooth

Jabra

UC Voice 550a MS Mono

USB

JBL

Everest Elite 750NC Stereo

Bluetooth

Logitech

Headset H390

USB

Logitech

Stereo H650e

USB

Microsoft

LifeChat LX-3000

USB

Microsoft

LifeChat LX-6000

USB

Plantronics

Blackwire 320

USB

Plantronics

Blackwire 3220 Series

USB

Plantronics

Blackwire C220

USB

Plantronics

Audio 628 USB

USB

Samsung

USBC Headset

USB

Sony

WH-CH700N

USB

Sony

Headset Pulse 7.1

USB

Sony

WH-XB900N

Bluetooth

Atualização: 11.06.2021

Regras de conduta para prevenção da COVID-19

Uso de Máscaras

Cobrindo a boca e o nariz. Usar o tempo todo.
Evitar tocar a boca, o nariz e os olhos.

Distanciamento

Mínimo de 2 metros

Mãos

Lavar frequentemente ou higienizar com álcool em gel.

Etiqueta Respiratória

Ao espirrar ou tossir, proteger a boca e o nariz com o cotovelo, ou usar lenço descartável.

Sintomas

Se apresentar sintomas, ficar em casa e buscar atendimento médico.