Menu

Cerca
Close this search box.
Logo_IT
Logo_IT
Cerca
Close this search box.

Energia

Energia

Header-Energia

Quale concetto rappresenta questa parola così versatile? In quante diverse circostanze la parola energia viene impiegata! È utilizzata sia per designare quello che è necessario per accendere un combustibile, sia per spiegare un’elogiabile attitudine di qualcuno.

C ’è stato un tempo in cui la scienza era oggetto di studio dei filosofi. Platone nel suo dialogo “Teeteto” pone la domanda: “Cos’è la scienza?” E conclude che è la scienza a “possedere la verità”. Successivamente, il suo discepolo Aristotele disse che la scienza inizia con la percezione sensoriale e finisce con la conoscenza intellettuale.

Per un lungo periodo, scienza e filosofia camminarono insieme, essendo la prima oggetto della seconda. Una più nitida distinzione tra conoscenza scientifica e conoscenza filosofica apparirà più tardi, nel Rinascimento, con la costituzione di una scienza che rivendicherà per sé l’esclusività del quantitativo e dello sperimentale.

Fa parte della costituzione dell’essere umano indagare il perché dei fatti che osserva, sia attraverso l’uso della scienza sia della pratica della filosofia. E in questa ricerca di risposte, un’urgenza così antica quanto attuale, il contributo dei filosofi classici non è meno importante di quello degli scienziati odierni.

Analizzando l’evoluzione dei concetti, nel corso della storia della scienza, verifichiamo come l’essere umano si sia evoluto in questa ricerca. Il concetto di universo, per esempio, è molto diverso da quello pensato dagli antichi. O il concetto di cellula, che era vista come una cella chiusa e che si è trasformata in elemento di integrazione di tessuti e organi; o l’atomo, che è passato dall’essere indivisibile a un’infinità di sottoparticelle. Questa evoluzione attesta la strada percorsa dall’essere umano nella sua ricerca di risposte.

Il concetto di energia, forse più di tutti gli altri, sintetizza questa ricerca, perché contiene in sé l’idea della costanza, in mezzo al cambiamento, e dell’unità, rispetto alla molteplicità; allo stesso tempo causa ed effetto. Attualmente, sembra che tutta l’umanità si sia orientata verso questo concetto. Energia è diventata una parola dai molteplici usi, sia nel senso comune quanto in ambiente scientifico, e il suo studio è stato inserito in molte discipline, diventando in tal modo familiare a tutti.

Analizzando l’evoluzione dei concetti, nel corso della storia della scienza, verifichiamo come l’essere umano si sia evoluto in questa ricerca. Il concetto di universo, per esempio, è molto diverso da quello pensato dagli antichi. O il concetto di cellula, che era vista come una cella chiusa e che si è trasformata in elemento di integrazione di tessuti e organi; o l’atomo, che è passato dall’essere indivisibile a un’infinità di sottoparticelle. Questa evoluzione attesta la strada percorsa dall’essere umano nella sua ricerca di risposte.

Il concetto di energia, forse più di tutti gli altri, sintetizza questa ricerca, perché contiene in sé l’idea della costanza, in mezzo al cambiamento, e dell’unità, rispetto alla molteplicità; allo stesso tempo causa ed effetto. Attualmente, sembra che tutta l’umanità si sia orientata verso questo concetto. Energia è diventata una parola dai molteplici usi, sia nel senso comune quanto in ambiente scientifico, e il suo studio è stato inserito in molte discipline, diventando in tal modo familiare a tutti.

Energia-imagem03c

In Biologia, per esempio, l’energia è l’elemento fondamentale per la sopravvivenza degli esseri viventi, così come per l’equilibrio del loro habitat. In Storia, verifichiamo che l’energia è determinante nell’evoluzione dello stile di vita della società che, secondo una visione della tecnologia, è diventata sinonimo di sviluppo. Oggi la Geopolitica analizza la divisione degli spazi geografici e politici secondo la disposizione delle risorse energetiche. L’Ecologia, a sua volta, incita a optare per forme di energia pulita che non danneggino la natura. In Fisica, le interazioni fondamentali della natura sono studiate alla luce dell’energia. Così, ogni disciplina, all’interno della sua logica specifica, apporta una sfaccettatura a questo concetto ciascuna analizzando il tema nell’ambito del suo contesto e secondo la sua ragione.

A Mileto, nell’antica Grecia, un discepolo di Talete, di nome Anassimandro, diceva che il nostro mondo, il nostro “edificio cosmico”, deriva da una sostanza non percettibile chiamata àpeiron, (l’illimitato). Questa sostanza esisterebbe da prima della separazione dei contrari e rappresenterebbe l’unità primitiva di tutti i fenomeni della natura. Poco tempo dopo, a Efeso, sempre in Grecia, Eraclito, stimolato dalla constatazione che “tutto cambia” (panta rhei, in greco) o che tutto è in movimento, fece un salto a livello filosofico affermando che: “Ci deve essere qualcosa di invariante nell’universo, che non cambia mai.” Questo qualcosa sarebbe un elemento etereo che unisce tutte le cose e può trasformarsi negli oggetti che vediamo. Questa sostanza egli la chiamò “fuoco”.

Passati 2000 anni, già verso la fine del Medioevo e all’inizio del Rinascimento, riscoprendo i pensieri classici, filosofi come Leonardo da Vinci e Galileo Galilei osservarono che nulla sta fermo e che tutto ciò che ci circonda è in movimento. Questo movimento può essere manifesto o latente. Quindi, tutto contiene in sé quello che Leibniz chiamò vis viva (forza viva), o movimento intrinseco. Cominciò così lo sviluppo della Meccanica come scienza passando per la rivoluzione industriale, una vera e propria esplosione nell’utilizzazione delle macchine avvenuta grazie all’invenzione della macchina a vapore. L’obiettivo era quello di costruire una macchina con rendimento assoluto, cioè, che trasformasse tutta la vis viva del combustibile in vis viva di movimento utile. Ma sembra che qualcosa si perdesse sempre in questa trasformazione. Questo portò alla formulazione del principio di conservazione della vis viva di D’Alembert, nel quale si trova in embrione la nozione di energia meccanica: cinetica e potenziale.

Alla fine del secolo XIX e inizio del XX, l’evoluzione della scienza permise una nuova visione dei fenomeni di trasformazione presenti in natura. Un corpo luminoso emette radiazioni elettromagnetiche di ampio spettro. Queste onde elettromagnetiche interagiscono con la materia facendone vibrare le molecole, aumentandone la temperatura; o, anche, tale radiazione, nel raggiungere l’oggetto, può “strapparne” gli elettroni e questi, se condotti dovutamente, generano una corrente elettrica. Pertanto, luce, calore, elettricità e magnetismo sono manifestazioni differenti di una stessa entità che è anche presente in fenomeni meccanici, chimici, gravitazionali e nucleari. E, per completare, Einstein ci ha dato una sorprendente interpretazione della materia stessa con la formula e=mc2!

Quando, in questa ricerca incessante, tale entità ebbe bisogno di una parola adeguata per la sua descrizione, fu un testo di Aristotele a fornirla. Per quanto ne sappiamo, fu lui che utilizzò la parola energeia per la prima volta. La parola energeia in greco è formata dal prefisso “em”, che significa “dentro”, e dalla parola “ergon”, che significa “lavoro”. Pertanto, energia sarebbe il “lavoro che viene da dentro” o anche la “forza di manifestazione”. Nel suo testo “Etica a Nicomaco”, dopo un lungo ragionamento, Aristotele conclude:

Il bene dell’uomo ci appare come un’attività dell’anima in consonanza con la virtù”.

Il bene dell’uomo ci appare come un’attività dell’anima in consonanza con la virtù”.

Aristotele è stato il primo a descrivere questa attività dell’anima come psyches energeia.

Così, possiamo vedere che la parola, oggi molto utilizzata in innumerevoli situazioni, è stata tratta da un contesto molto più ampio, il più vicino a quello di “energia vitale”. È come se avessimo sempre saputo che tutto è energia.

ARISTOTELE. Ética a Nicômaco. Coleção os Pensadores, Editora Abril, 1984.

LINDSAY, R.B. The Concept of Energy and its Early Historical Development. Plenum Publishing Corporation, 1971.

BURATTINI, M.P. Energia – Uma abordagem Multidisciplinar. Editora Livraria da Física, 2008.

Testi Fondamentali della Fisica Moderna. Vol.1. Principio della Relatività. Fondazione Calouste Gulbenkian, 1971.

Picture of Il Nostro Movimento

Il Nostro Movimento

Leggi di più

Articoli Correlati

Inno alla gioia

Da un evento avverso, nacque qualcosa di grandioso. Duecento anni fa, Beethoven creò un capolavoro: la sua Nona Sinfonia.

Inno alla gioia

Da un evento avverso, nacque qualcosa di grandioso. Duecento anni fa, Beethoven creò un capolavoro: la sua Nona Sinfonia.

X

Ciao, !

Benvenuto nella  Home Interna del sito della PRÓ-VIDA! In questo ambiente troverai informazioni sul nostro movimento come l’agenda delle attività, notizie e contenuti che possano essere di tuo interesse.

Dove trovare le attività?

Troverai l’agenda delle attività subito all’inizio della home e, per vedere tutte le attività disponibili è sufficiente cliccare su “Leggi l’agenda completa”.

Le attività sono organizzate per lingua, fuso orario, modalità (in presenza, on-line o telepresenziale) e per categorie:

  • Settimane di BAS, AV1 e INT
  • Esercizi e Allenamenti
  • Conferenze e Incontri
  • Livelli Avanzati
  • CGD
  • Dipartimenti

A quali attività posso partecipare?

Potrai partecipare a tutte le attività disponibili compatibilmente con il livello in cui ti trovi. Sono identificate nell’agenda da una striscia con il colore corrispondente al livello, sempre sul lato sinistro del nome dell’attività.

Livello Basico

Tutti i lunedì sono disponibili on-line attività di Livello Basico. Si svolgeranno in quattro lingue (portoghese, spagnolo, italiano e inglese) e secondo differenti fusi orari.

Oltre a queste, potrai partecipare a tutte le attività qui di seguito identificabili dai colori:

Settimane, conferenze ed esercizi destinati ai partecipanti dal Livello Basico in avanti.

Qui si trovano le attività quali convivenza, celebrazioni e attività.

Attività realizzate dai Dipartimenti della PRÓ-VIDA quali conferenze, rappresentazioni e studi.

Controlla le prossime attività e verifica l’orario di tuo interesse sull’agenda.

Livello Avanzato 1

Coloro che hanno raggiunto il Livello Avanzato 1 hanno a disposizione anche le attività accessibili a partire da questo livello:

Settimane, conferenze, esercizi e incontri destinati ai partecipanti dal Livello Avanzato 1 in avanti.

Livello Introduzione

A partire dal Livello Introduzione, sono a disposizione anche tutte le attività accessibili a partire da questo livello:

Settimane, conferenze, esercizi e incontri destinati ai partecipanti dal Livello Introduzione in avanti.

Attività per tutti i partecipanti della PRÓ-VIDA a partire dal Livello Introduzione.

Livello Avanzato 2SC

A partire dal Livello Avanzato 2, sono a disposizione anche le attività accessibili di questo livello:

Settimane, conferenze, esercizi e incontri destinati ai partecipanti dal Livello Avanzato 2SC in avanti.

Come navigare sul sito?

Naviga tra le varie pagine e i contenuti del sito accedendo dalla barra dorata in alto o dall’ “hamburger menu” (≡) situato nell’angolo superiore sinistro.

Oltre ai contenuti e agli articoli sugli argomenti più svariati, potrai accedere ad alcune aree importanti per la tua partecipazione alle attività:

Attività On-line: Da qui puoi accedere alle attività che saranno trasmesse in modalità on-line.

Area del Partecipante: Raccoglie diverse informazioni sui tuoi dati e sul livello in cui ti trovi nella PRÓ-VIDA.

Hai bisogno di aiuto?

Hai bisogno di aiuto o di chiarire qualche dubbio? Entra in contatto con la nostra assistenza via e-mail: foundation.secretary@provida.net.

Modalità di attività PRÓ-VIDA

In presenza

Monitore in sede

Partecipanti in sede

L’attività viene effettuata in presenza in una delle sedi della PRÓ-VIDA con la presenza del monitore e dei partecipanti iscritti.

Telepresenziale

Monitore remoto

Partecipanti in sede

L’attività viene trasmessa in diretta da uno degli studi della PRÓ-VIDA alle varie sedi dove i partecipanti sono presenti. Essa consente l’interazione tra i partecipanti e il monitore, anche se questi è lontano.

On-line

Monitore on-line

Partecipanti in on-line

L’attività viene trasmessa in diretta da uno degli studi della PRÓ-VIDA e consente l’interazione tra i partecipanti e il monitore in ambiente virtuale.

Per saperne di più, parla con un rappresentante della PRÓ-VIDA sulla chat o invia una e-mail a: secretaria@provida.net (per i residenti in Brasile) o foundation.secretary@provida.net (per i residenti in altri Paesi).

SEG    SEX

22-26

NOV    NOV

Online

Semana de Avançado 1

PT

Será transmitido nos idiomas e horários locais:

PORTUGUÊS - COM INTERAÇÃO

Segunda a sexta-feira

às 20h30*

Hora de São Paulo

*A atividade tem duração aproximada de 3 horas.

Para saber como participar, clique abaixo.

LUN   VEN

06-10

DIC    DIC

Online

Semana de Introdução

PT

Sarà trasmesso nelle lingue e negli orari locali:

PORTOGHESE - CON INTERAZIONE

Da lunedi a venerdì

alle 20:30*

Fuso orario: (UTC-03:00) Brasilia

*L'attività dura circa 3 ore.

Per scoprire come partecipare, clicca qui sotto.

Non verranno effettuare inscrizioni nel fine settimana precedente l’attività o durante la settimana in cui si svolge l’attività stessa.

SEG    SEX

25-29

OUT    OUT

Online

Semana de Avançado 1

PT

Será transmitido nos idiomas e horários locais:

PORTUGUÊS - COM INTERAÇÃO

Segunda a sexta-feira

às 20h30*

Hora de São Paulo

*A atividade tem duração aproximada de 3 horas.

Para saber como participar, clique abaixo.

SEG    DOM

08-14

NOV    NOV

Online

Semana de Básico

PT

Será transmitido nos idiomas e horários locais:

PORTUGUÊS - COM INTERAÇÃO

Segunda a sexta-feira

às 20h30*

Sábado

às 14h30*

Domingo

às 10h00*

Hora de São Paulo

*A atividade tem duração aproximada de 3 horas.

Para saber como participar, clique abaixo.

*Para repetição oficial, participantes que estão retornando ou em R.A., em breve mais informações.

Requisitos técnicos indispensáveis

Gostaríamos de informar que, para a participação no Básico on-line, são indispensáveis os seguintes requisitos mínimos:

Computador (Windows/Mac)

Computador com câmera integrada ou conectada por entrada USB.

As atividades não poderão ser assistidas por nenhum outro dispositivo, tais como celulares, smartphones e tablets ou computadores com outros sistemas operacionais.

Especificações e Sistema Operacional

• Processador: Intel Core i3, i5 e i7 – 3100 Series , ou superior.

• Memória RAM: 4GB, ou superior.

• Sistema Operacional:

• Windows 7 com todas as atualizações, ou versão superior (somente 64 bits).

• MacOS 10.15 Catalina, ou versão superior.

Verifique as configurações de seu computador Windows clicando aqui.

Como verificar suas especificações no Mac? Clique aqui.

Fones de ouvido com microfone (headset)

Modelos homologados para uso com nossa plataforma.

Consulte a lista de headsets homologados:

Internet

Banda larga com conexão estável, com no mínimo 10MB de download e 4MB de upload.

Como verificar sua banda de internet? Clique aqui para testa-la.

* Os requisitos técnicos poderão ser atualizados. Acompanhe aqui eventuais alterações.

Fones de ouvido homologados

Marca

Modelo

Tipo

Bose

Quiet Comfort 35 Stereo

USB e Bluetooth

Dell

Pro Stereo Headset UC150

USB

Jabra

BLZ 2400 II

USB

Jabra

Evolve 20 MS

USB

Jabra

Evolve 75

USB e Bluetooth

Jabra

UC Voice 550a MS Mono

USB

JBL

Everest Elite 750NC Stereo

Bluetooth

Logitech

Headset H390

USB

Logitech

Stereo H650e

USB

Microsoft

LifeChat LX-3000

USB

Microsoft

LifeChat LX-6000

USB

Plantronics

Blackwire 320

USB

Plantronics

Blackwire 3220 Series

USB

Plantronics

Blackwire C220

USB

Plantronics

Audio 628 USB

USB

Samsung

USBC Headset

USB

Sony

WH-CH700N

USB

Sony

Headset Pulse 7.1

USB

Sony

WH-XB900N

Bluetooth

Atualização: 11.06.2021

Regras de conduta para prevenção da COVID-19

Uso de Máscaras

Cobrindo a boca e o nariz. Usar o tempo todo.
Evitar tocar a boca, o nariz e os olhos.

Distanciamento

Mínimo de 2 metros

Mãos

Lavar frequentemente ou higienizar com álcool em gel.

Etiqueta Respiratória

Ao espirrar ou tossir, proteger a boca e o nariz com o cotovelo, ou usar lenço descartável.

Sintomas

Se apresentar sintomas, ficar em casa e buscar atendimento médico.